Skip to content

WWF Cina contro la caccia: un gioco a somma negativa

ottobre 30, 2007

Credo che tutti abbiano giocato, una volta o l’altra, a Tris (o filetto o, all’inglese, tic-tac-toe). Io ci giocavo di solito a scuola, durante le lezioni più noiose. Il linguaggio del tris è però un linguaggio universale, proprio perché basta un pezzo di carta e una matita per poterlo giocare. WWF China ha scelto proprio questo “universale” per parlare di caccia, un sport (un gioco) antico come l’uomo, perché legato alla sua stessa sopravvivenza. Un gioco che però, in alcuni casi, a lungo termine può far perdere tutti gli attori coinvolti: gli animali, soprattutto i più rari, ma anche l’uomo che vede impoverito sempre di più il suo habitat.

Un problema che forse, oltre che in termini ambientali, andrebbe letto anche secondo la teoria dei giochi di Von Neumann e Morgestern.

WWF Fox

WWF Shark

Agenzia: Euro RSCG Worldwide, Shanghai, Cina

Via

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: